Sostenibilità

Installazione

L’IMPRONTA DEL SECCO
giardini del futuro con materiali e piante mediterranee a basso impatto ambientale

a cura di: Andrea Castagnaro e Sandro Degni, garden designer e giardinieri

17 Maggio

Ore 17.30

Presso l’esposizione lungo la passeggiata

Cosa rappresenta al meglio la presenza dell’uomo sul pianeta?

Senza dubbio la sua impronta, intesa come impronta ecologica ossia il rendere il suo passaggio meno impattante possibile. Da qui l’esigenza di ridurre il consumo di risorse e far sì che il pianeta abbia il tempo di rigenerare i materiali utilizzati.

Nasce da queste riflessioni l’installazione che Andrea Castagnaro e Sandro Degni, garden designer e giardinieri, propongono a Yacht&Garden 2024.

La realizzazione intende rappresentare un giardino mediterraneo del futuro con piante e materiali a basso impatto. Un giardino percorribile molto simile agli ambienti naturali estremi con tappezzanti e graminacee, il marrone come colore dominante, a sottolineare non il secco ma il ciclo vitale delle piante e della natura, e fioriere realizzate per il 70% in alluminio riciclato.

L’obiettivo è dimostrare, come affidandosi a qualificati professionisti del verde, sia possibile lasciare un’impronta leggera, rispettosa dell’ambiente, anche nella progettazione di un giardino.

 

 

Mostra-Mercato
di fiori e piante
del giardino mediterraneo

16° EDIZIONE
17, 18 e 19 Maggio 2024 Marina Genova